immobile ereditatoDa sempre siamo stati abituati a vedere la casa come il più sicuro degli investimenti, e in effetti dai tempi dei nostri nonni a pochi anni fa è sempre stato così: mentre l’inflazione svalutava la lira e i risparmi che tenevamo sotto al materasso, gli immobili sono rimasti a lungo l’unico posto sicuro dove poter investire i nostri soldi.

Negli ultimi anni invece, il fisco italiano ha scambiato il patrimonio immobiliare italiano per il proprio salvadanaio personale: IMU, TASI e TARI hanno aumentato le tasse sulla casa di oltre il 150% rispetto a 10 anni fa. La crisi ha fatto il resto.

Se hai ereditato un immobile e devi mantenerlo, soprattutto se vuoto, costa.

Ma quanto costa esattamente?

Dipende dal tipo di immobile ereditato ovviamente, mantenere un immobile di 50 metri quadri non è uguale a mantenerne uno da 150 metri quadri, ma il conto lo puoi fare anche da solo.

Costo annuale = IMU + TARI + SPESE CONDOMINIALI ORDINARIE

A questi costi aggiungici spese per le utenze se hai deciso di lasciarle aperte, le spese condominiali STRAORDINARIE che ciclicamente vengono deliberate dal condominio e gli interventi interni all’immobile che “invecchia” molto più velocemente di quanto credi, se viene lasciato vuoto.

Quindi cosa si può fare per evitare che un immobile ereditato invece di arricchirvi vi prosciughi il conto in banca?

Non lasciare vuota la tua proprietà. La cosa peggiore che puoi fare è quella di non decidere e lasciare l’immobile abbandonato.

Si rovina, è costoso da mantenere ed è come avere immobilizzato senza interessi un cospicuo capitale.

Se il tuo consulente finanziario ti dicesse di dargli 100.000 euro (o quello che vale la tua casa ereditata) e metterli in un fondo che costa 1.500 euro all’anno, non da interessi e che quando deciderai di vendere ci vorranno da 1 a 12 mesi per riavere il tuo denaro contante e che probabilmente quei 100.000 euro non saranno più 100.000 ma 90-95.000…beh è esattamente quello che fai quando decidi di non fare nulla con la tua immobile ereditato.

Ci sono due strade che puoi prendere, una volta entrato in possesso dell’immobile, e dipende tantissimo dalla tua situazione personale oltre che al tipo di immobile che hai ereditato:

immobile ereditato 1

=> LOCAZIONE

=> VENDITA

 

Ovviamente per una consulenza davvero efficace dovrei conoscere nel dettaglio la tua situazione personale e patrimoniale oltre ad aver visto la casa, ma cercherò di darti comunque delle linee guida semplici da seguire.

Scegli la VENDITA se:

  • hai altri progetti per quel denaro;
  • abiti lontano da Ponte San Pietro e gestire una locazione a distanza ti sarebbe difficile;
  • siete in più eredi (dividere un affitto di qualche centinaio di euro non ha senso);
  • sei proprietario di un immobile che potrebbe avere poca redditività.

Scegli la LOCAZIONE se:

  • non hai necessità di liquidità immediata;
  • l’immobile potrebbe avere una buona redditività;
  • pensi che l’immobile potrebbe servire a te, o a tuoi familiari fra qualche anno

 

Che tu scelga una l’affitto o la vendita c’è una cosa che devi sapere: alcune zone di Ponte San Pietro sono state abitate da persone “alte” di età e un alto numero di appartamenti in circolazione arrivano proprio da eredità.

E sai che caratteristica accomuna tutti questi immobili ereditati?

Impianti, mobilio, bagni e serramenti hanno 40/50/60 anni. Magari sono anche tenuti bene però ormai alle nuove generazioni non piacciono più.

Per aumentare le possibilità di vendita o affitto bisogna ringiovanire il tuo immobile ereditato.

Nella maggior parte dei casi basta un investimento di poche migliaia di euro che permetterà a me e ai miei colleghi agenti immobiliari di affittare/vendere la tua casa ad un prezzo migliore, si hai capito bene, la spesa verrà ripagata ma cosa ancora più importante ridurrai il tempo necessario a trovare un compratore o un inquilino.

immobile ereditato 2Il motivo è semplice, se sul mercato ci sono 10 case un po’ datate, con i mobili vecchiotti ed un unico immobile risistemato, secondo te, anche se costa un pochino di più quale sarà il più facile da vendere/affittare?
Fatte le dovute proporzioni, il mercato reale rispecchia proprio questa situazione.

Uno dei più famosi marketer al mondo, ha scritto un libro ( evito di farti il nome giusto per non fare pubblicità gratuita 🙂 ), il cui concetto principe è DIFFERENZIARSI DALLA CONCORRENZA io, per esempio, lo stò facendo con questo blog, non ci sono molte agenzie nella zona che ce l’hanno!! 🙂

Ed è esattamente quello che sto cercando di farti fare con la tua casa.
In Ponte San Pietro di immobili in una situazione simile alla tua ce ne sono DIVERSI. Tutti vecchiotti e tutti con gli eredi che hanno fretta di “togliersi il pensiero”.

Quindi o fai qualcosa per rendere il tuo immobile ereditato più attraente agli occhi dei potenziali acquirenti oppure posso già darti il link all’articolo: “i 3 errori da evitare quando vuoi vendere casa”

 

 

Se continuerai a seguirmi più avanti scriverò un articolo specifico per le locazioni con i diversi pro e contro

Spero che il mio consiglio ti sia stato utile, e se vuoi una consulenza più precisa che tenga conto delle tue esigenze e delle caratteristiche del tuo immobile

=> clicca QUI e ti richiamerò al più presto

A Presto

Francesco